giovedì 10 dicembre 2015

Bocciato l’accordo sugli scali ferroviari

http://blog.urbanfile.org/2015/12/10/bocciato-laccordo-sugli-scali-ferroviari/

Il mancato raggiungimento del numero legale ha cancellato in una notte l’accordo di programma sugli scali ferroviari che Milano aspettava da tempo e che l’ex vicesindaco e Assessore all’Urbanistica De Cesaris aveva intessuto in quattro anni di lunghe trattative con le Ferrovie dello Stato.  Un accordo, a nostro avviso, molto importante per il territorio e per la città e un’occasione di sviluppo che avrebbe portato verde, Social Housing e altri importanti servizi in aree ora dismesse e perlopiù abbandonate.
Per ciascuna Area era stata meticolosamente definita la funzione che avrebbe ricoperto all’interno del quartiere che la ospita, permettendo così una ricucitura urbana con notevoli ricadute in termini di qualità della vita, sviluppo e sicurezza.
Difficilmente si potrà ora porre rimedio a questa grave situazione, dato che le elezioni sono alle porte e il tempo rimasto è davvero poco.
Quello che viene definito un incidente di percorso costerà alla nostra città ben più di quanto si possa immaginare: Expo aveva finalmente riportato Milano al centro dei grandi investimenti e da più parti si intravedevano segnali che facevano presagire un interesse da parte dei grandi capitali italiani e stranieri a lavorare sul nostro territorio e che ora – in mancanza di questo accordo – potrebbero puntare gli occhi su altre zone del Paese e del Continente.