lunedì 2 febbraio 2015

Santa Giulia e Rogoredo: libri scambiati online tra vicini di casa

http://archiviostorico.corriere.it/2015/

Una biblioteca «diffusa» in tutto il quartiere. E in cui il bibliotecario è un «vicino di casa». Nei quartieri di Santa Giulia e Rogoredo è nata in questi giorni «Biblioshare», biblioteca virtuale ideata da due residenti: Paolo Pisani e sua moglie Roberta. L?idea è semplice: ciascuno di noi possiede libri che da tempo non sfoglia più e finiscono per fare da soprammobili sulla libreria. Perché non dare loro una nuova vita? Così, è nato il servizio, gratuito, a cui si aderisce registrandosi sul sito santagiulia.biblioshare.it. Ogni lettore può inserire i suoi libri e consultare il catalogo di quelli già disponibili. Per lo scambio, poi, ci si mette d?accordo via email, per vedersi in un bar, al parco giochi, di fronte a scuola. «Biblioshare» partirà con i prestiti da domani e ha già attirato l?attenzione decine di persone. «Se un libro mi ha dato emozioni è un peccato lasciarlo sulla libreria», spiega Paolo, 50 anni, libero professionista nel campo dell?IT, che ha creato il sito della piattaforma e per ora ha caricato tutti i suoi libri di Italo Calvino. «Con questo esperimento vorremmo anche facilitare la conoscenza tra vicini di casa. Partendo da un interesse comune per la lettura magari può nascere qualcosa di più profondo». Per informazioni si può scrivere a info@biblioshare.it.