venerdì 6 febbraio 2015

Pendolari a Rogoredo

http://www.ilcittadino.it/p/opinioni/lettere/

..."ieri sera a Rogoredo quando un amnesia collettiva del sistema e del personale ha colpito la stazione, quasi fosse stata infettata da un virus, in sostanza alcuni treni sono transitati da Rogoredo senza nessuna segnalazione o annuncio e senza che i capotreno si accorgessero della stranezza; risultato centinaia di persone sono rimaste in stazione ignari che il loro treno era già passato.
Nessun avviso, nessuna scusa, è più facile trovare un leone vegetariano che un ferroviere a Rogoredo, la fortezza degli uffici è inespugnabile e irraggiungibile, nessuna finestra, solo un citofono che quando non è muto, da solo risposte metalliche e di circostanza."