martedì 23 luglio 2013

Risanamento: nessuna offerta da Qatar-Hines. Ma le voci fanno salire il titolo in Borsa

http://www.casa24.ilsole24ore.com/

di Michela Finizio

Risanamento non ha ricevuto nessuna offerta dal fondo del Qatar e dal gruppo Hines per rilevare gli immobili parigini e l'area di Santa Giulia. È quanto precisa la società immobiliare in una nota richiesta dalla Consob dopo le indiscrezioni di stampa apparse nel fine settimana.

La società precisa anche «di non avere allo stato deliberato la vendita degli asset francesi» ma che, sollecitata «alla negoziazione» del patrimonio parigino «da parte di investitori esteri», ha avviato «un processo strutturato volto alla valorizzazione dello stesso». La partita su Risanamento si è riaperta in seguito alle voci legate ad un'eventuale offerta da parte dell'asse Qatar-Hines, che stamattina hanno messo in luce il titolo della quotata immobiliare a Piazza Affari. Sulla scia delle indiscrezioni, il titolo è salito repentinamente per poi attestarsi dopo la diffusione del comunicato da parte della società. Intorno alle 14.30 segnava comunque un rialzo del del 6,12% a 0,2340 euro.

Nel fine settimana Il Sole 24 Ore ha scritto che il fondo del Qatar, insieme al gruppo Hines guidato in Italia da Manfredi Catella, starebbe considerando l'opportunità di presentare un'offerta per la società concorrente, che andrebbe ad affiancarsi a quella avanzata nelle scorse settimane dall'ex numero uno Luigi Zunino. L'immobiliarista a metà giugno si era detto pronto a offrire 0,25 euro per azione per rilevare il gruppo immobiliare e procedere poi al delisting. L'ex patron di Risanamento sta provando così a riconquistare con un'Opa la società immobiliare da lui guidata per tanto tempo, prima che 3 miliardi di debiti la facessero finire sotto l'ombrello del Tribunale di Milano quattro anni fa.

Zunino si è mosso per contrastare proprio l'offerta di due mesi fa del Qatar, che ora starebbe cercando di rilanciare. Risanamento, infatti, interessa da sempre anche al fondo sovrano soprattutto per i suoi immobili di Parigi, di proprietà della società: lo scorso febbraio il Qatar, quando si fece avanti per gli immobili francesi, offrì 1,15 miliardi.

Insieme ad Hines, ora il fondo sovrano punterebbe comprare i palazzi parigini con un'opzione aggiuntiva, per investire anche sul progetto Santa Giulia a Milano. L'alleanza con Hines permetterebbe infatti di presentare un'offerta complessiva che preveda anche la valorizzazione dell'area di sviluppo immobiliare, su cui Idea Fimit sembrava ormai a un passo dall'acquizione. Resta da capire come la pensano gli istituti di credito, coinvolti nella vicenda Risanamento. Va ricordato che Zunino ha un diritto di call che può esercitare fino a fine anno. Bisognerà attendere i dettagli del tandem Qatar-Hines, per conoscere l'entità della partita, e le prossime settimane potrebbero determinare un passaggio chiave per il futuro di Risanamento.