venerdì 8 febbraio 2013

Milano, la stazione ferroviaria di Rogoredo nel 1905

Foto tratta dalla raccolta fotografica di Paolo M. http://www.flickr.com/photos

Nel frattempo avvengono le prime speculazioni edilizie.
I cugini Chiappa (nomen omen...), che sono uno sindaco di Chiaravalle e l'altro sindaco di Nosedo, rastrellano terreni tutto attorno a Rogoredo e alla stazione. Questa corsa ai terreni ha inizio addirittura nel 1863.
Comprano tutti i terreni da dove sarebbe arrivato il Gamba de Legn sino al confine con il comune di San Donato.
I terreni furono ceduti alle FFSS per realizzare l'enorme scalo merci di Rogoredo, alla Frigoriferi Milanesi per le derrate alimentari in arrivo dal sud, e poi ai Riva e ad altri impresari che realizzarono vari edifici lungo l'odierna via Rogoredo, oggi praticamente tutti demoliti per far posto a Sky e a Santa Giulia. L'ultimo, il Rebuscin, demolito in questi giorni.