martedì 13 novembre 2012

Risanamento: Idea Fimit stringe su dossier Santa Giulia

http://www.borsaitaliana.it/borsa


Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 13 nov - Al dossier Santa Giulia si sono interessati diversi soggetti nell'ultimo anno e mezzo. Una prima trattativa con la cordata messa in piedi dall'imprenditore Stefano Stroppiana, dove varie proroghe dell'esclusiva, e' caduta nel vuoto
Negli ultimi mesi aveva preso contatti anche la Hines di Manfredi Catella, ma adesso e' Idea Fimit ad apparire in vantaggio e al cda di domani potrebbe sferrare la mossa decisiva
Santa Giulia si estende per 1,2 milioni di metri quadri ad Est di Milano con possibilita' edificatorie per circa 600mila metri quadri. Il progetto originario pensato dall'ex numero uno di Risanamento Luigi Zunino e disegnato da Norman Foster dovra' con ogni probabilita' essere rivisto. Ma non e' l'unica incognita che grava sull'operazione. Idea Fimit si trovera' ad affrontare almeno tre grossi temi
Il primo riguarda il dissequestro delle aree bloccate tre anni fa dal Tribunale di Milano nell'ambito delle indagini sull'imprenditore attivo nelle bonifiche, Giuseppe Grossi
La seconda questione e' quello del finanziamento in cui sara' fondamentale il coinvolgimento delle banche creditrici di Risanamento, a partire da Intesa Sanpaolo e Unicredit, che potrebbero partecipare come quotiste al fondo immobiliare che sara' costituito per santa Giulia. Il terzo e' il prezzo dal momento che il piano di ristrutturazione di Risanamento, passato attraverso il Tribunale fallimentare di Milano cosi' come previsto dall'articolo 182 bis, prevedeva entro il 2012 la dismissione del 45% di Santa Giulia con una stima d'incasso di 420 milioni. Tuttavia l'operazione consentirebbe alle banche creditrici di trovare una soluzione definitiva per far ripartire il progetto che Risanamento ormai non e' in grado di portare avanti da sola
Idea Fimit, d'altra parte, forte di asset in gestione per oltre 10 mld, si lancerebbe nella prima grande operazione di sviluppo immobiliare
Se l'operazione Santa Giulia andasse in porto, Risanamento riuscirebbe a tagliare ulteriormente il debito che, a fine giugno si attestava a 1,8 miliardi. Nel portafoglio, resterebbe la sede Sky di Milano per la quale, peraltro, e' gia' stata concessa un'esclusiva in scadenza il 30 novembre al fondo di private equity californiano Gac, e il portafoglio immobiliare nel centro di Parigi che vale, a bilancio, circa la meta' degli 1,7 miliardi di patrimonio immobiliare di Risanamento, ma che ha un valore di mercato superiore al miliardo. Anche quest'ultimo asset potrebbe presto passare di mano tornando nelle mani di Luigi Zunino che, secondo indiscrezioni di stampa, si starebbe muovendo per tornarne in possesso.
Mau